CRS Toscana

Il CRS Toscana, attivo dal 2017, ha organizzato in questi anni a Firenze, in molti casi con con una nutrita partecipazione di pubblico, una quantità di incontri di studio e di seminari, mettendo al centro l'idea della diffusione di una nuova cultura politica critica del presente e al tempo stesso non ignara del passato. Collabora con numerose realtà associative e culturali toscane. I temi proposti dal CRS Toscana spaziano dall'attualità del socialismo, alla questione di una costruzione europea basata su un'autentica prospettiva democratica, fino alla psicopolitica della paura dell'«altro» – il migrante, il diverso – nella relazione interculturale. Lo spirito è stato quello del confronto aperto tra posizioni anche differenti (in particolare nel caso del discorso intorno all'Europa), privilegiando spesso la formula della serie di incontri, anziché quella della conferenza unica, così da cercare di ottenere una continuità nell'impegno politico-culturale che contraddistingue l'associazione. Nel corso della recente emergenza sanitaria si è andata sperimentando la formula della videoconferenza, imposta dalle circostanze, ma la vocazione del CRS Toscana è naturalmente quella degli incontri in presenza, a cui probabilmente si ritornerà a partire dal prossimo autunno con un programma, proposto insieme con Legambiente, di corsi di aggiornamento per insegnanti intorno a «Disordine della natura e capitalismo».